top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreMonica Doria

SMART&START

MISURE DEL CONTRIBUTO

Smart&Start Italia finanzia piani di impresa con spese comprese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento, servizi, spese del personale e costi di funzionamento aziendale.

Il progetto imprenditoriale deve possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • avere un significativo contenuto tecnologico e innovativo

  • essere orientato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things

  • essere finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata

A CHI SI RIVOLGE

Smart&Start Italia finanzia le startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese.

Chi può chiedere un finanziamento:

  • startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi

  • team di persone fisiche che vogliono costituire una startup innovativa in Italia, anche se residenti all’estero, o cittadini stranieri in possesso dello "startup Visa”

  • imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano

COSA FINANZIA

  • Impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica

  • Componenti hardware e software

  • Brevetti, marchi e licenze

  • Progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi

  • Consulenze specialistiche tecnologiche

  • Costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori

  • Investimenti in marketing e web marketing

  • Materie prime

  • Servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa

Le spese del piano d’impresa devono essere sostenute nei 24 mesi successivi alla firma del contratto.

AGEVOLAZIONI

Smart&Start Italia offre un finanziamento a tasso zero, senza alcuna garanzia, a copertura dell’80% delle spese ammissibili. Questa percentuale può salire al 90% se la startup è costituita interamente da donne e/o da giovani sotto i 36 anni, oppure se tra i soci è presente un esperto col titolo di dottore di ricerca italiano (o equivalente) che lavora all’estero e vuole rientrare in Italia.

Il finanziamento va restituito in 10 anni a partire dal 12° mese successivo all’ultima quota di

finanziamento ricevuto.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Bolle liquide
bottom of page